LA FDA APPROVA PERTUZUMAB PER IL TUMORE AL SENO HER2-POSITIVO METASTATICO

 

LA FDA APPROVA PERTUZUMAB PER IL TUMORE AL SENO HER2-POSITIVO METASTATICO
 

 La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato pertuzumab in combinazione con trastuzumab e chemioterapia a base di docetaxel per il trattamento di pazienti affette da tumore al seno metastatico (mBC) HER2-positivo non sottoposte precedentemente a una terapia anti-HER2 o chemioterapia per la malattia metastatica. Questa approvazione si basa su uno studio di fase III, i cui risultati mostrano che le pazienti affette da tumore al seno metastatico HER2-positivo non trattate precedentemente e sottoposte alla combinazione di pertuzumab, trastuzumab e chemioterapia a base di docetaxel hanno una sopravvivenza mediana di 6,1 mesi in più senza peggioramento della malattia (sopravvivenza libera da progressione, o PFS) rispetto alle pazienti trattate con trastuzumab più chemioterapia a base di docetaxel. La combinazione di pertuzumab, trastuzumab e chemioterapia è l’unico regime terapeutico

 ad avere mostrato un miglioramento significativo della sopravvivenza libera da progressione rispetto a trastuzumab più chemioterapia in pazienti con tumore al seno metastatico HER2-positivo non trattate precedentemente. Pertuzumab è un farmaco personalizzato che ha come target il recettore HER2, una proteina presente in quantità elevate sulla superficie esterna delle cellule dei tumori, così definiti HER2-positivi. Si ritiene che pertuzumab agisca in maniera complementare a trastuzumab, poiché i due farmaci colpiscono regioni diverse del recettore HER2. (Sn)

Fonte: FDA