video INAF

 

Ecco le ultime news pubblicate sul sito Media Inaf:

Un dettaglio della struttura dell'imponente parabola di SRT (Foto di Gianni Alvito)

PROGETTO CONGIUNTO TRA SARDEGNA E LOMBARDIA (06/07/2012)

Il miglior investimento? La ricerca

Presentato il progetto “Sviluppo di tecnologie avanzate nel radio e nelle microonde”, finanziato dalle Regioni Sardegna e Lombardia insieme a Università di Milano e INAF per un importo complessivo di 4 milioni di euro. L’obiettivo è quello di realizzare una sinergia tra ricerca fondamentale e innovazione, con ricadute di mercato e socialmente utili.

sporting club

E A CATANIA IL SOLAR SYSTEM TOUR (06/07/2012)

Astronomia da campus a Palermo

Astronomia da campus estivo a Palermo e Solar System Tour nella notte bianca di Misterbianco. Le iniziative didattiche organizzate dall’Inaf- Osservatorio Astronomico di Palermo e dall’INAF- Osservatorio Astrofisico di Catania

binario

L’ARTICOLO SUL MENSILE DELLA RAS (06/07/2012)

Le strane coppie

Scoperte stelle binarie composte da nane rosse che orbitano una attorno all’altra in meno di quattro ore. Gli astronomi credevano invalicabile il limite delle cinque ore. La scoperta impone un ripensamento sulla formazione e evoluzione dei sistemi binari.

cms_higgs2

LA RUBRICA DI EMILIO SASSONE CORSI (06/07/2012)

Aprire le porte della scienza

La scoperta del Bosone di Higgs riporta la scienza, anche italiana, su tutte le prime pagine. Ma una parte del pubblico la accoglie con diffidenza. L’antidoto è solo uno, più comunicazione.

Due immagini di HD 157728, una stella vicina e grande circa 1,5 volte il Sole. Nell'immagine di destra è stato applicato il metodo di Project 1640, rendendo visibili anche gli oggetti attorno alla stella

ENTRA IN FUNZIONE PROJECT 1640 (06/07/2012)

Un’eclisse artificiale, ed ecco il pianeta

Un sistema di imaging sviluppato da Caltech e JPL permette finalmente di riprendere direttamente i pianeti in orbita attorno a stelle vicine, sottraendo la luce della stella fino a rendere visibile il pianeta.

thumb-dwarf

COSÌ SI FORMANO LE STELLE SPENTE (05/07/2012)

Un cucciolo di nana bruna

A 17 anni dalla loro scoperta, il processo di formazione delle nane brune rimane tutt’ora da chiarire. Ma le recenti osservazioni di OphB-11, la prima nana bruna allo stato embrionale mai individuata, fanno propendere per il collasso di polveri e gas legati dalla gravità.

galassie

CENTINAIA DI BUCHI NERI IN ARP 220 (05/07/2012)

Una galassia colabrodo

Un team di astronomi della Chalmers University of Technology e dell’Onsala Space Observatory descrive su Astronomy and Astrophysics una galassia che contiene diverse centinaia di buchi neri. La scoperta grazie a una rete mondiale di ratiotelescopi.

V1647 Orionis ripresa dal Gillett Gemini Telescope delle Hawaii, il 14 febbraio 2004. (Gemini Observatory)

LO STUDIO DELLA GIOVANE STELLA V1647 ORIONIS (05/07/2012)

Piccoli soli crescono

Tre satelliti uniscono le forze per studiare l’emissione in raggi X di una giovane stella ancora in formazione, rivelando alcuni dei meccanismi fondamentali che avvengono durante l’infanzia di una stella non troppo diversa dal nostro Sole.

spitzer_exlupi_cristalli-silicati

IL FENOMENO VISTO PER LA PRIMA VOLTA (04/07/2012)

La scomparsa delle polveri

In un articolo apparso sull’ultimo numero di Nature si illustra l’improvvisa diminuzione della popolazione di polveri attorno a questa giovane stella, addirittura nell’arco di alcuni anni, fenomeno mai registrato prima. Il commento di Diego Turrini dello IAPS-INAF di Roma

Immagine degli ammassi di galassie denominati Abell 222 e 223, connessi da un filamento di materia oscura. I toni di colore blu e i contorni in giallo indicano la distribuzione e la concentrazione della massa. L'immagine nel cielo copre una superficie che è circa doppia della grandezza apparente della Luna piena. Crediti: Jörg Dietrich, University of Michigan/University Observatory Munich

TRA DUE AMMASSI DI GALASSIE (04/07/2012)

Quel ponte di materia oscura

Individuato grazie alle riprese del telescopio Subaru un gigantesco filamento di materia, in gran parte composto da materia oscura. Il risultato, pubblicato in un articolo nell’ultimo numero della rivista Nature, è stato ottenuto sfruttando il fenomeno della lente gravitazionale previsto dalla Teoria della Relatività Generale.

 

Gli ultimi video di  web-tv dell’Inaf:

06.07.2012

Sidereus: Higgs e i suoi fratelli – Astro nascente ai bastioni di Orione – Samantha nello spazio – A Roma il convegno EWASS

04.07.2012

Il giorno di Higgs nel servizio di Nicola Nosengo per INAF TV

04.07.2012

A Sky Tg 24 Giovanni Bignami sulla scoperta del bosone di Higgs

03.07.2012

L’annuncio della missione di Samantha Cristoforetti settimo italiano nello spazio, prima astronauta