L’eccessivo riscaldamento dell’Atlantico del Nord determina l’inferno di fuoco sul Mediterraneo.

 

ACCADE NEL MONDO

COLPA DELL’ECCESSIVO RISCALDAMENTO DELL’ATLANTICO DEL NORD L’INFERNO DI FUOCO SUL MEDITERRANEO

Gli scienziati del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) attribuiscono questa anomalia climatica sul Mediterraneo all’eccessivo riscaldamento superficiale dell’Oceano Atlantico. Maggior riscaldamento vuol dire maggior evaporazione, ma soprattutto più energia data a quel processo conosciuto in fisica come forza termodinamica. Ciò condiziona il delicato puzzle dell’atmosfera che sposta le tessere altrove, vedi l’anticiclone della Azzorre che da qualche tempo si trova tra il Portogallo e l’Islanda e  non più sul Mediterraneo. Questo facilita l’ingresso delle calde correnti africane che, senza più il baluardo dell’Anticiclone delle Azzorre, riescono ad incunearsi e stanziare nel Mediterraneo.

fonte:Accademiakronos.it