IL MIBAC aiuta l’istituto italiano per gli studi filosofici

 

L’impegno del MiBAC per l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

 

A seguito delle notizie che, riportate da numerosi organi di stampa, illustrano la gravissima situazione di  crisi a cui è pervenuta la vita dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, il Ministro ha chiesto ai competenti uffici una relazione. Da tale relazione si evince che, per quanto riguarda il MiBAC, nel 2011 è stato erogato all’Istituto, con legge speciale, un contributo straordinario di 1.200.000 euro, mentre l’Istituto stesso – in precedenza non finanziato dal Ministero, bensì da altri organismi dello Stato – riceverà dal 2012 un contributo ordinario di 75.000 euro, ritagliato nell’ambito della cosiddetta ‘tabella triennale’, con la quale viene sostenuto 

un rilevante numero di altri istituti e centri di ricerca culturale del nostro Paese.

Il contributo previsto dalla legge speciale e il nuovo contributo ordinario non sono certamente in grado di far fronte all’odierna situazione critica, garantendo la necessaria continuità alle attività dell’Istituto. Per tale ragione il Ministro, accogliendo l’invito formulato da numerosi intellettuali e scrittori, si farà parte sollecita sia nel promuovere e favorire ogni atto legislativo che miri a risolvere la situazione in modo duraturo, sia nel dare avvio e partecipare attivamente – attraverso la propria Direzione Generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d’autore – a un’iniziativa congiunta con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con la Regione Campania, con gli Enti locali interessati e con l’Istituto stesso, al fine di individuare la sede più adeguata al prestigio nazionale e internazionale della biblioteca, di reperire le risorse economiche più urgenti e di consentire nel futuro la migliore programmazione e gestione dei fondi disponibili.

fonte: MIBAC