Gemellaggio tra Università Romatre e UNSAM di Buenos Aires per incrementare ricerca

 

Venerdì 9 novembre 2012 – ore 12

Università Roma Tre, Sala Incontri (secondo piano) dell’Edificio ex carrozzeria

via Ostiense 149- Roma

 

Il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, Prof. Guido Fabiani, e il Rettore della Universidad Nacional de San Martín (UNSAM) di Buenos Aires, Prof. Carlos Ruta, firmeranno domani, venerdì 9 novembre, un Protocollo d’Intesa per il Gemellaggio tra le rispettive università.

 

Per entrambi gli Atenei il Gemellaggio rappresenta l’occasione per rafforzare la collaborazione, anche nell’ambito di eventuali ricerche finanziate a livello bilaterale europeo e internazionale.

L’accordo è il primo di questo genere e si propone di costituire un importante modello nel processo di internazionalizzazione dell’Università promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca italiano e dal Ministerio de Educación argentino.

 

 

A CONCLUSIONE DELLA GIORNATA

 

Teatro Palladium, Università Roma Treore 20.30

Piazza Bartolomeo Romano 8 – Roma

ospiterà lo

 

spettacolo della Compagnia di Burattinai della UNSAM

LA VIDA ES SUEÑO

di Pedro Calderón De La Barca – adattamento di Carlos Almeida

ingresso libero

 

Un giorno guardai la foto di una persona incarcerata a Guantanamo.

Era inginocchiata di fronte a un recinto, con manette e bavaglio,

con una tuta arancione e soldati armati fino ai denti che lo sorvegliavano da dietro.

Quella è stata l’immagine generatrice di questo lavoro.

Mi fece venire in mente Sigismondo, mi rimbombarono molti Perchè? e Misero me!….,

campi di concentramento e la credenza in ipotetiche “grandi verità” che portarono l’umanità a commettere grandi disastri.

Da quel momento, non ho smesso di pensare al conflitto centrale di “La vita è sogno”,

e di riflettere che le pulsioni che muovono i personaggi di questa opera si trovano in ciascuno di noi,

più o meno profondamente.

Come risultato la messa in scena del progetto di ricerca chiamato

La vita è sogno di Pedro Calderón de la Barca, a partire dalla connotazione espressiva dell’oggetto”,

la Compagnia di Burattinai dell’Universidad Nacional de San Martín di Buenos Aires, Argentina,

ha prodotto questo montaggio basato sulla notevole opera di Calderón.

Per le caratteristiche peculiari del linguaggio del teatro con “oggetti”,

abbiamo affrontato l’opera prendendo dall’originale soltanto lo scheletro della progressione drammatica del conflitto principale.

Il resto… solo corpi, teste, luci, aria e un materiale plastico, fragile ed effimero come la vita,

e contundente come un sogno.” Carlos Almeida

 

Sigismondo fin dalla nascita viene rinchiuso in una torre dal padre che un giorno decide di liberarlo per capire se fosse in grado di diventare re. Sigismondo capisce la sua vera natura di reale e decide di combattere contro il padre che però lo fa incarcerare nuovamente. Il popolo insorge e inizia una battaglia tra padre e figlio.

 

Trailer dello spettacolo: http://www.youtube.com/watch?v=tDivMGeq0cs