KEPLER ultimo atto?

KEPLER ULTIMO ATTO?


Meglio non farsi illusioni, la fine è vicina per il telescopio spaziale Kepler. E’ l’annuncio inatteso della NASA, dopo un guasto che impedisce al telescopio di orientarsi nello spazio. Kepler era stato lanciato nel 2009 con l’obiettivo di individuare il maggior numero di pianeti in orbita attorno ad altre stelle. Da allora ha scoperto 132 sicuri pianeti e altri 3.000 possibili candidati. Ora una delle sue quattro ruote interne, utilizzate per orientarlo nello spazio, non gira più. E deve trattarsi di un guasto importante se il telescopio si è posto in modalità di sicurezza, una modalità automatica che scatta quando c’è un malfunzionamento grave. Purtroppo Kepler è lontano dalla Terra e non è possibile spedire una missione di riparazione. Per questo la NASA dichiara che è quasi certa la fine. Enorme il rammarico, anche perché da Kepler ci si aspettava la scoperta del primo pianeta simile alla Terra. Non resta che accontentarsi di tutti i dati fin qui raccolti, che terranno impegnati i ricercatori per almeno due anni. Nell’attesa che fra 4 anni vengano lanciati i prossimi telescopi spaziali per la ricerca di pianeti lontani.