COMUNICARE LA SCIENZA CON LE APP.

 

APP05

 

Le app come strumento per comunicare la scienza in maniera divertente e giocosa

Venerdì 13 dicembre 2013, a partire dalle ore 9:30, si terrà al T Hotel di Cagliari il convegno “Comunicare la scienza: l’utilizzo delle tecnologie digitali e la Rete regionale dei divulgatori scientifici”, promosso da Sardegna Ricerche con il contributo dell’Assessorato della Programmazione. Il convegno sarà articolato in due momenti: all’inizio della mattinata si discuterà del ruolo delle tecnologie digitali nella didattica e nella divulgazione delle scienze, a seguire, si parlerà della nascita del primo network realizzato in Italia di professionisti della comunicazione della scienza.

Maria Paola Corona, presidente di Sardegna Ricerche, introdurrà i lavori sottolineando come attraverso le app è possibile comunicare la scienza in modo diverso e più adatto ad un pubblico composto in gran parte dai cosiddetti di nativi digitali.

A seguire, poi, una tavola rotonda coordinata da Carlo Massarini, giornalista e conduttore televisivo Rai, dal titolo: “Ma smartphone e tablet sono davvero strumenti adatti a divulgare la scienza e l’innovazione tecnologica?”. Alla discussione interverranno: Marco Faccini, vice presidente Frascati Scienza, con l’app Caccia al tesoro per imparare la scienza giocando; Mauro Scanu, giornalista scientifico, con l’app Contabosco di FOCUS, che insegna la matematica ai bambini; Selene Biffi, imprenditrice e ideatrice di Spillover, la startup spy-game che spiega la scienza ai ragazzi.

La tavola rotonda si concluderà con la premiazione del vincitore di ScienceApp, il concorso organizzato da Sardegna Ricerche per invogliare l’ideazione di applicazioni per dispositivi mobili che avvicinino i giovani alla scienza in modo giocoso e divertente.

La seconda parte del convegno sarà dedicata a Chentuconcas – Tante teste per la scienza, la Rete regionale dei divulgatori scientifici, composta oggi da oltre 80 membri, di cui 45 fra centri di ricerca, società, associazioni, università e professionisti freelance. La Rete è stata fortemente voluta da Sardegna Ricerche per incentivare lo scambio di competenze e l’instaurarsi di collaborazioni volte a progettare attività innovative nel campo della divulgazione scientifica. Chiuderà i lavori Alessandra Zedda, Assessore regionale della Programmazione.

 Greca Meloni

Sardegna Ricerche e  CRS4