Ambiente, agricoltura, biodiversità e territorio protagonisti dei laboratori didattici che si svolgeranno nelle aree protette

IL CORPO FORESTALE DELLO STATO PARTECIPA A “ EXPO 2015 E LA SCUOLA ITALIANA”

 fo05

Roma- marzo 2014  –  Le 130 aree naturali protette gestite dal Corpo forestale dello Stato in occasione dell’Expo 2015 diventeranno dei grandi laboratori all’aperto per l’educazione alimentare ed ambientale. Il progetto è stato illustrato oggi a Roma presso l’istituto scolastico Vincenzo Gioberti dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, durante la conferenza stampa di presentazione progetto Scuola di Expo Milano 2015.

Per l’importante appuntamento dell’EXPO 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia della Vita”, che si svolge proprio sul tema dell’alimento e dell’ambiente per l’uomo, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali attraverso il Corpo forestale dello Stato e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca intendono sviluppare insieme un progetto prioritario che coinvolge i ragazzi delle Scuole di ogni ordine e grado, i quali diventeranno a loro volta volontari e soggetti attivi, protagonisti, nelle attività di divulgazione e sensibilizzazione sui temi della legalità dell’ambiente, dell’alimento, del territorio rurale e montano, quali valori fondanti della società mondiale del terzo millennio.

La specializzazione nell’attività di divulgazione a cui è pervenuto il Corpo forestale dello Stato si esplica attraverso unità di personale appositamente preparato per svolgere la funzione di formazione dei docenti e dei ragazzi, attraverso le esperienze che gli stessi ragazzi conducono nelle 130 Riserve di biodiversità gestite dal Corpo forestale dello Stato e nei campi estivi educativi organizzati ogni anno. L’iniziativa sarà realizzata prima dell’EXPO, attraverso la formazione dei volontari da parte del personale specializzato della Forestale nelle Riserve di agrobiodiversità gestite dall’Amministrazione e presenti in tutta Italia, dove si intende formare i ragazzi-volontari quali moderne sentinelle del territorio ambientale e agroalimentare nazionale, ma con metodi atti a leggere le realtà presenti in ogni altro contesto internazionale.

In particolare i Comandi Regionali del Corpo forestale dello Stato collaboreranno con i distretti scolastici per individuare sedi e modalità di svolgimento delle attività didattiche presso le aree protette, per organizzare laboratori e soggiorni didattici. I ragazzi sperimenteranno gli itinerari territoriali, culturali, ambientali del cibo e impareranno a individuare le chiavi di lettura di questi antichi ma sempre moderni valori alla base delle nostre civiltà e le attività che si attuano per tutelare il territorio e il cibo dalle illegalità e dalle contraffazioni. Nel periodo di EXPO i ragazzi-volontari faranno da guida con il personale del Corpo forestale dello Stato ai visitatori dei padiglioni che dopo la visione multimediale vorranno immergersi nelle realtà naturali del nostro Paese, quale moderno laboratorio internazionale di territorio e cibo.