627 MILA LE MORTI IN UN ANNO.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 

                                                                                            Giornata mondiale contro la Malaria – 25 aprile 2014

                                                  L’appello di AMREF: aumentare gli investimenti e consolidare i risultati nel controllo della malaria

 MALARIA05

Dal 2000, l’impegno globale e gli enormi investimenti sul controllo della malaria hanno salvato 3.3 milioni di vite, riducendo l’incidenza della malattia in Africa del 31% e il tasso di mortalità del 49%. Ma nonostante  i progressi, la malaria uccide ancora. Nel 2012 sono stati segnalati più di 200 milioni di casi e si stima che siano state 627 mila le morti nello stesso anno, perlopiù bambini sotto i 5 anni in Africa sub-sahariana.  La situazione è peggiorata per effetto della resistenza ai farmaci e agli insetticidi. Sono quindi urgenti maggiori fondi e un rinnovato interesse per invertire la situazione. Investire nel futuro ora è fondamentale,  al fine di sostenere i risultati degli ultimi dieci anni e dare un’accelerata ai progressi nella lotta contro la malaria.

 

Anche quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale contro la Malaria, AMREF rinnova il suo impegno per un miglioramento duraturo delle condizioni di salute delle comunità africane. Lavorare al loro interno per combattere le malattie più diffuse è l’obiettivo di AMREF. Sin dalle sue origini, 57 anni fa, AMREF ha fatto della prevenzione e del controllo della malaria una delle sue battaglie principali, soprattutto all’interno delle comunità, poiché siamo convinti che investire nella lotta alla malaria sia fondamentale per migliorare la vita delle presenti e future generazioni.

 

AMREF lavora per rafforzare le capacità delle comunità, per un’effettiva risposta alla malaria attraverso un migliore accesso alle misure preventive, alla diagnosi e alla cura in tempi rapidi. A questo riguardo, l’organizzazione  ha realizzato numerosi programmi comunitari, efficienti e sostenibili, sulla malaria in Africa. Il più recente è il “Community Case Management Programme”, realizzato da AMREF in Kenya dal 2012 e finanziato dal Fondo Globale. Sono stati formati più di 3.600 operatori sanitari di comunità nelle aree endemiche colpite dalla malaria. AMREF ha formato gli operatori perché diventassero il “ponte” verso una completa assistenza sanitaria, fornendo una veloce diagnosi, usando test rapidi e un’adeguata assistenza al pazienze non lontano dal luogo in cui vive. Finora  circa 40mila  casi di malaria  conclamata  sono stati curati con cure appropriate dagli operatori di comunità.

 

Realizzato in collaborazione  con il Governo del Kenya, in linea con la Strategia Nazionale sulla Malaria, il programma ha portato significativi risultati nel controllo della malattia. Risultati che vanno ancora migliorati e consolidati, al fine di assicurarne la sostenibilità. È incoraggiante il fatto che il Fondo Globale, il Governo del Kenya e AMREF abbiano siglato un accordo del valore di 80 milioni di dollari al fine di sostenere la lotta del Kenya alla malaria, in quella che è la seconda fase del programma.  I principali interventi,  in questa fase, includono  il mantenimento  di una  copertura  universale  della  popolazione  attraverso  un ampio  utilizzo  di zanzariere  trattate  con  insetticida  a  lunga  durata  e  l’accesso  ad  una  tempestiva  diagnosi,  a  servizi sanitari  di qualità sia a livello comunitario  che pubblico.  Gli investimenti  hanno l’obiettivo  di migliorare  la gestione dei casi di malaria in una popolazione di oltre 3milioni di persone. Attraverso essi si otterranno una ulteriore  riduzione  del  carico  della  malattia  e un  miglioramento  delle  condizioni  di salute  e di vita  delle comunità in cui si andrà ad operare.

 

AMREF rinnova il suo appello ai governi, ai donatori, al settore privato e a tutti i partner per un rinnovato impegno a investire sul controllo e l’eliminazione della malaria, e costruire una forte partnership al fine di migliorare  gli interventi  e rafforzare  i sistemi  comunitari  per una risposta sostenibile  alla lotta alla malaria in Africa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ufficio  stampa    Amref    Italia:    Valeria    Sabato,    cell.    339    4145669,    valeria.sabato@amref.it.    www.amref.it