Una tassa  subdola , ingiusta e ingiustificata, di cui  non parla  mai nessuno!

Una tassa  subdola , ingiusta e ingiustificata, di cui  non parla  mai nessuno!

 #RightCombination

Basta leggere  questa spiegazione  e capiamo  il perché.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In commercio ci sono prodotti di uso comune e regolare come  gli assorbenti che  hanno una tassazione con Iva al  22%. Spesso si acquistano non  sapendo  che altri  tipi di prodotti  hanno una tassazione agevolata al 4% . Perché questa differenza ?  Perché i  prodotti con iva al 4%  rientrano nella categoria di beni di consumo essenziali  idonei  a consentire  il vivere dignitoso. Mentre gli assorbenti vengono considerati beni di lusso e quindi tassati con iva al 22%. Allora bisogna dedurre che la donna deve  essere grata a madre natura quando intorno ai suoi  12 anni circa , in età fertile  , vede  l’arrivo delle mestruazioni   e considerarle come un lusso e non un evento indispensabile .Questa tassazione rosa detta” Pink tax “riguarda il mondo della donna per gli assorbenti igienici, i tamponi, le coppe e le spugne mestruali e tanti altri prodotti di uso femminile rispetto a quei prodotti per la cura regolare del corpo maschile tassati diversamente. Infatti la crema da barba ,il rasoio  e altro sono  tassati al 4% come beni di prima necessità ,quanto il pane e il latte . Dunque una tassa iniqua che costringe la metà della società femminile che già riceve ingiustamente una retribuzione inferiore a pagare di più per i suoi acquisti.  Tutto ciò rappresenta una importante  questione sanitaria ed economica . Solo esaminando i costi possiamo rendercene conto. Ecco quanto  si spende unicamente  per l’acquisto degli assorbenti. Per ogni mestruazione si usano tre confezioni di assorbenti per una spesa che sta tra i 15 e i 20 euro al mese che moltiplicati per 12 mesi portano a spendere circa 240 euro per una singola donna. In 10 anni si spendono circa 3000 euro perché l’iva è al 22% in quanto ritenuti beni di lusso . L’assorbente  è quindi considerato un vezzo ,un capriccio e non una specifica necessità. Ma non finisce qui. Se immaginiamo che in una famiglia oltre alla madre ci siano 2 figlie ,andando a moltiplicare tutto per 3 ,si arriva ad una spesa di 10.000 euro circa ,in 10 anni. E’ utile parlare di cifre ,visto che ogni spesa va ad incidere sul bilancio familiare .  A volte la spesa è doppia , per assorbenti e anche tamponi per quelle donne che praticano sport o vanno al mare o perché  vanno in bicicletta. Ecco quindi la necessità di mettere in evidenza il problema , farlo presente e attivarsi per poter sensibilizzare   e risolvere tutti insieme questa situazione  ,fra i  i tanti  problemi nella nostra società. Perché riguarda non solo la donna ma anche la famiglia e soprattutto il concetto di disparità .

Di questa pink tax, tanto subdola quanto ingiusta e ingiustificata, non parla però mai nessuno!